LOMEXIN CREMA VAGINALE 78G 2%+1APPL
Rated 3.5/5 based on 11 customer reviews

Lomexin crema vaginale 78g 2%+1appl

Disponibilità:
Disponibilità: In riassortimento
Disponibilità: Disponibile
  • Minisan del prodotto: 026043277
€12,90

DENOMINAZIONE LOMEXIN CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Antimicrobici ed antisettici ginecologici; derivati imidazolici.
...
PRINCIPI ATTIVI: 2% crema vaginale: 100 g di crema vaginale contengono 2 g di fenticonazolo nitrato. 0,2% soluzione vaginale: 100 ml di soluzione contengono 200 mg di fenticonazolo nitrato. 200 mg capsule molli vaginali: fenticonazolo nitrato 200 mg. 600 mg capsule molli vaginali: fenticonazolo nitrato 600 mg. 1000 mg capsule molli vaginali: fenticonazolo nitrato 1000 mg. ECCIPIENTI 2% crema vaginale: glicole propilenico, lanolina idrogenata, olio di mandorle dolci, estere poliglicolico di acidi grassi, alcool cetilico, gliceril monostearato, sodio edetato, acqua depurata. 0,2% soluzione vaginale: glicole propilenico, benzalconio cloruro, alchilamidobetaina soluzione, acqua depurata. 200 mg capsule molli vaginali: trigliceridi di acidi grassi saturi, silice precipitata. Costituenti dell'involucro: gelatina, glicerina, titanio diossido, sodio para-idrossibenzoato di etile, sodio para-idrossibenzoato di propile. 600 mg capsule molli vaginali: paraffina liquida, vaselina bianca, lecitina di soia. Costituenti dell'involucro: gelatina, glicerina, titanio diossido, sodio etil idrossibenzoato, sodio propil idrossibenzoato. 1000 mg capsule molli vaginali: paraffina liquida, vaselina bianca, lecitina di soia. Costituenti dell'involucro: gelatina, glicerina, titanio diossido, sodio etil idrossibenzoato, sodio propil idrossibenzoato. INDICAZIONI Candidiasi delle mucose genitali (vulvovaginiti, colpiti, fluor infettivo). 1000 mg capsule molli vaginali inoltre e' indicato nella trichomoniasi vaginale e nelle infezioni vaginali sostenute in forma mista da Trichomonas vaginalis e Candida albicans. CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDARI Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Gravidanza. POSOLOGIA 2% crema vaginale: introdurre il contenuto dell'applicatore (circa 5 g) profondamente in vagina. Si applica mediante applicatore (lavabile e riutilizzabile) prima di coricarsi, se necessario anche al mattino. Allo scopo di evitare una reinfezione si consiglia il contemporaneo trattamento locale (glande e prepuzio) del partner con la crema. 0,2% soluzione vaginale: 1-2 volte al di' per 7 giorni come terapia coadiuvante le altre formulazioni per la prevenzione delle recidive. 200 mg capsule molli vaginali: 1 capsula molle vaginale da 200 mg alla sera prima di coricarsi, per tre giorni, a seconda del giudizio del medico. 600 mg capsule molli vaginali: 1 capsula molle vaginale da 600 mg la sera in unica somministrazione. In caso di persistenza della sintomatologia, puo' essere ripetuta dopo 3 giorni una seconda somministrazione. 1000 mg capsule molli vaginali: nelle infezioni vaginali da Trichomonas ed in quelle miste (Trichomonas + Candida) si consiglia di applicare 1 capsula molle vaginale da 1000 mg seguita da una seconda applicazione dopo 24 ore, se necessario. Nelle infezioni da Candida: 1 capsula molle vaginale da 1000 mg la sera in unica somministrazione. In caso di persistenza della sintomatologia, puo' essere ripetuta dopo 3 giorni una seconda somministrazione. Le capsule molli vaginali vanno introdotte profondamente in vagina, fino a livello dei fornici. CONSERVAZIONE Nessuna speciale precauzione per la conservazione. AVVERTENZE Al momento dell'introduzione endovaginale si puo' riscontrare una modesta sensazione di bruciore che scompare rapidamente. L'uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico, puo' dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In tal caso interrompere il trattamento e consultare il medico per istituire idonea terapia. Le capsule molli vaginali o la crema vaginale non devono essere utilizzate con contraccettivi di barriera. INTERAZIONI Gli eccipienti grassi e gli oli contenuti nelle capsule molli vaginali o nella crema vaginale possono danneggiare i contraccettivi in lattice. EFFETTI INDESIDERATI Il medicinale e' generalmente ben tollerato sulle mucose; solo eccezionalmente sono state segnalate lievi e transitorie reazioni eritematose o sensazione di bruciore che di norma scompare rapidamente. In caso di reazioni da ipersensibilita' o di sviluppo di microrganismi resistenti occorre interrompere il trattamento. Il prodotto nelle condizioni d'impiego consigliate viene solo scarsamente assorbito, per cui possono escludersi ripercussioni di carattere sistemico. Segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione. GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO Benche' l'assorbimento vaginale di fenticonazolo sia piuttosto scarso, si consiglia di non usare il preparato in gravidanza.